PARLIAMONE
PARLIAMONE
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
 Tutti i Forum
 Parliamone
 forum
 Quale identità per il Pd?
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 4

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 10/10/2007 : 13:12:02  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo innanzitutto questi articoli

Se il mercato è ideologico

http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=69500

L’antipolitica e la nevrosi del taglio

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=3631&ID_sezione=&sezione=

Il mito della spesa
http://www.corriere.it/editoriali/07_ottobre_08/giavazzi_il_mito_della_spesa.shtml

Ciò che li accomuna è il tema:"Quante tasse per quale Stato"
Il ministro Padoa Schioppa ha definito in una recente intervista le tasse "bellissime" suscitando un putiferio di reazioni tra lo scherno e l'insulto.
Veltroni propone di aggredire il debito pubblico italiano, vendendo il patrimonio immobiliare dello stato e magari cedendo le quote residue di Eni ed Enel in mano allo stato.
Sul primo punto sono di questi giorni le polemiche sulla svendita di case popolari a Roma a prezzi da realizzo, a dimostrazione che in Italia fare una politica di immissione sul mercato di immobili e azioni, senza far si che ad arricchirsi siano i soliti noti è molto difficile.
Sul secondo punto, l'importanza strategica delle due aziende e i precedenti di Telecom e Autostrade, dimostrano che in Italia abbondano i capitalisti senza capitali, per cui dubito che ciò vada incontro agli interessi del Paese.
Insomma siamo agli slogan: "meno tasse per tutti", "pagare meno, pagare tutti", "pagare meno tasse" ecc. senza che si dica quali tagli si intenda fare, come si intenda ridurre la scandalosa evasione fiscale, come ridurre gli sprechi.
Siamo sicuri che l'italiano che si troverà a risparmiare qualche centinaio di euro a fine anno grazie alla riduzione dell'Ici ne trarrà un qualche giovamento? O non si troverà a pagare più tasse come addizionali Irpef comunali e regionali, a tariffe aumentate per quanto riguarda le soste, il biglietto dell'autobus, la tassa sui rifiuti, l'asilo per il figlio ecc.?
E se anche alla fine avesse veramente qualche centinaio di euro in più in tasca, ma si troverà a vivere in un paese che non investe in ricerca, formazione, infrastrutture e quindi sempre più in declino, lui e i suoi figli staranno meglio in futuro? Non lo penso proprio. Continuando così, continueremo a rallegrarci per i Nobel italo-americani, come Mario Capecchi, che, ahinoi, di italiano ha solo il nome! E i nostri migliori cervelli continueranno ad emigrare all'estero...

(vedi)

http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20071010&ediz=01_NAZIONALE&npag=7&file=C_244.xml&type=STANDARD

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 17/10/2007 : 10:57:56  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo questa eccellente analisi di Lorenzo Bini Smaghi, membro del Comitato Esecutivo della BCE

LA PRIORITA' E' RIDURRE LA SPESA

Riporto l'incipit dell'articolo


Si è diffusa da tempo in Italia l'idea che l'ostacolo principale al risanamento definitivo dei conti pubblici sia l'elevato debito accumulato negli anni Ottanta. Per questo motivo vengono periodicamente formulate ipotesi di operazioni straordinarie di dismissione del patrimonio pubblico. Ma siamo sicuri che il debito pubblico sia il vero problema dell'Italia? Cosa succederebbe se questo debito venisse ridotto, d'un tratto, di alcune centinaia di miliardi di euro? Proviamo ad immaginarlo


potete leggerlo su
http://www.margheritaonline.it/stampa/scheda.php?id_stampa=30497
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 24/10/2007 : 20:37:14  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo questo interessante editoriale di Giuseppe De Rita

Il Pd e il gelo del Nord
http://www.corriere.it/editoriali/07_ottobre_23/de_rita_pd_voto_primarie_nord.shtml

Cito

Cosa fatta per il Partito democratico, si può andare a capo. Occorre quindi guardare al futuro, ai problemi su cui il nuovo partito dovrà misurarsi e su cui sarà via via valutato; in particolare occorre guardare a due sfide delicate e complesse: quella del mondo giovanile e quella sul Nord Italia. Chi era andato ai seggi elettorali per un controllo visivo, aveva avuto la sensazione che in fila ci fosse in maggioranza gente matura d'anni. Nei giorni successivi ce ne hanno dato conferma dati più precisi: pur se di sondaggio solo il 19% dei votanti è sotto i 34 anni, mentre la metà di essi va oltre i 54 anni. È troppo presto per sollevare il dubbio che il Pd sia un partito di anziani, che vi si riconoscono in quanto forza di riformismo serio e pacato, lontano da tentazioni estremistiche. Ma non è troppo presto per riflettere sul pericolo di precoce senilità di un partito appena nato (...)


e questo sondaggio per Repubblica
http://www.repubblica.it/speciale/2007/sondaggi_ipr/temporeale_pd.html

Coloro che si dichiarano certi di votare il Pd sono il 29% del campione, a cui si potrebbe aggiungere potenzialmente un altro 8% che si dichiarano possibilisti.
Il 46% del campione giudica il posizionamento del Pd come di "centrosinistra che guarda al centro"; il 25% come "un partito di centrosinistra che guarda a sinistra".
Gli elettori "certi" per fasce di età sono calcolati nel 20% nella fascia fino 24 anni; 40% nella fascia 35-54 anni; 40% oltre i 54 anni. Tra i "possibilisti tali percentuali diventano 34%, 38% e 28% rispettivamente.
Insomma dategli un'occhiata, senz'altro merita! E indica anche cosa c'è da fare per dare al nascente Partito Democratico una identità elettoralmente vincente.
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 28/10/2007 : 16:56:59  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Tra gli editoriali apparsi oggi sulla stampa, dedicati all'Assemblea Costituente del Partito Democratico, ritengo opportuno segnalare questo di Ilvo Diamanti che mi sembra il più incisivo

La paura di nascere vecchi
http://www.margheritaonline.it/stampa/scheda.php?id_stampa=30680
Torna all'inizio della Pagina

mariangela
Utente Normale



Regione: Marche
Prov.: Ancona
Città: senigallia


74 Messaggi

Inserito il - 28/10/2007 : 17:15:33  Mostra Profilo Invia a mariangela un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
...Ilvo Diamanti forse non c'era... Oppure, pure lui ha appoggiato Veltroni. Segue un mio articoletto.

"Brutta cosa gli apparati della politica. I “politicisti” che nessun altro mestiere sanno fare, salvo quelli che solo dalla politica possono essere distribuiti.
Brutta cosa i serpenti di mare, come l’ottimo Prodi – finalmente corroborato al punto giusto per fare un discorso eccellente, da vero uomo di Stato – ha chiamato chi trama contro il Governo. Serpenti di mare, forse di proposito evitando di usare l’aggettivo, perché Cesare intenda.
Bella cosa sarebbe stata avere come Segretario del PD il sig. Gobbo, che ha fatto un discorso di un’ora e mezza eccellente, ispirato, appropriato, democratico davvero. Evocando le primarie per ogni decisione sugli organi da eleggere; le pari opportunità nelle cariche; la valorizzazione dei giovani; un sistema economico basato sulla equità e solidarietà.
Il sig. Gobbo, che ci ha fatto sognare fino alle sei di pomeriggio, quando - ormai in treno - sui cellulari sono cominciate ad arrivare prima le proteste dei giovani delegati, poi le Ansa: ad Assemblea ridotta a pochi intimi (solo chi aveva l’auto a disposizione, quindi - forse - i politici di mestiere, si era potuto fermare fino alla fine) dopo tre ore di interventi per lo più inutili; dopo che Rosy Bindi – permettetemi di dire, l’unica candidata seria, a questo punto della storia – aveva riconosciuto, nel suo lucido e sempre coerente e sincero intervento, la democraticità del segretario Gobbo, arriva la notizia che il palafreniere Franceschini con l’omino Veltroni avevano dettato tutte le regole (vecchie) per le designazioni dei responsabili di apparato: dalle assemblee provinciali in giù. Avevano già definito le commissioni di 100 delegati ciascuna: Codice Etico, Statuto, Valori. Volti nuovi? Ciriaco De Mita, per esempio. Avevano già deciso il vice segretario (Franceschini, of course) e il tesoriere (altro uomo).
Voti a favore. Voti contrari, certamente dei giovani costituenti seduti per terra come ad un concerto. Democrazia? No. Spartizioni.
E il segretario “gobbo elettronico”, quello che – nascosto nel buio accanto alla telecamera - la mattina aveva permesso a Veltroni di far finta di credere fermamente nel nuovo che avanza e nella discontinuità, suggerendogli cosa dire e consentendogli un’ora e mezza di discorso che aveva dato a tutti l’illusione che stesse parlando a braccio ispirato da un sincero moto del suo animo democratico davvero, è stato spento. Assieme alle luci della magnifica scenografia. O dovrei dire sceneggiata?"

Mariangela Paradisi
Delegata all'Assemblea Costituente Nazionale del PD

Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 28/10/2007 : 19:35:00  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cito questo commento di Adinolfi che condivido.

PD, ADINOLFI A PARISI: "MINISTRO, LA GUERRA E' FINITA"

- Roma, 28 ott - "Non capita spesso di poter dire al responsabile del dicastero della Difesa: ministro, la guerra è finita. E non mi risparmio la battuta, allora. Nella campagna delle primarie ho polemizzato e molto, quando ad altri sembrava andare bene lo strapotere di alcuni su altri. Ora basta, il Pd è nato e non va ucciso nella culla". Mario Adinolfi commenta sul suo blog l'assemblea costituente del Pd di ieri: "Con Parisi si ha sempre l'impressione che non provi gioia nel vedere la sua intuizione politica di una dozzina d'anni fa, realizzata anche da chi era suo avversario allora: invece, dovrebbe considerarla come la propria personale vittoria. A me è capitato in questi anni di trovare temi su cui ho insistito quando non erano di moda, diventare oggi cavalli di battaglia di avversari: m'è capitato sui temi generazionali, sul ruolo politico della rete, spero mi capiterà sulla questione della democrazia diretta che sta al centro dell'azione della nostra Generazione U. Mi auguro di non trasformarmi mai in un signor-no alla Parisi, sempre stizzito: voglio vivere la politica con gioia". Il blogger candidato lancia un appello a Parisi e anche a Bindi: "Le polemiche sulle conclusioni di ieri non sono prive di ragioni. Ma servono? Trasferiamo ogni energia dialettica nel lavoro delle commissioni. Io sono stato eletto in rappresentanza di Generazione U nella commissione che scriverà lo statuto: prendo sul serio questo ruolo e invito Parisi, Rosy Bindi e gli altri scontenti a mettere in campo l'immaginazione per scrivere bene le regole del Pd che verrà. Abbiamo dei mesi davanti a noi e le chiacchiere stanno a zero: dobbiamo lavorare e molto per inventare il primo partito del ventunesimo secolo".


Il dispositivo approvato è questo
http://www.ulivo.it/cgi-bin/adon.cgi?act=doc&sid=2&doc=103115

e in base a questo mi permetto di fare alcuni rilievi:
1) che Franceschini assumesse la carica di Vice Segretario era insito nel "ticket" per cui francamente mi sfugge il fondamento del rilievo;
2) il 24 novembre in ogni provincia gli eletti nelle assemblee costituenti regionale e nazionale eleggono, a maggioranza assoluta dei presenti e con eventuale ballottaggio tra i primi due, il Coordinatore provinciale. Non mi pare che fosse il caso di riconvocare altre Primarie per questo.
3) Pensare che in una Assemblea di 7 ore (come da programma) ci fosse il tempo di dibattere a fondo e di votare le nomine dei membri delle commissioni, mi sembra assurdo. Diciamo che era forse meglio chiamare quella di ieri "Convention" e non "Assemblea Costituente" che implicava tutt'altra organizzazione e durata dell'evento.
Mi auguro che una vera Assemblea con delle vere votazioni si terrà entro il 28 febbraio 2008 per approvare lo Statuto, il Manifesto dei Valori e il Codice Etico.

P.S. Per quanto riguarda il "gobbo" sarei curioso di sapere da te, che eri presente, se lo leggeva anche nella replica, che secondo me, soprattutto nei primi 20 minuti, è stata di altissimo livello.
Io penso che Veltroni sappia anche parlare a braccio, cosa non molto comune, non solo tra i politici.
Torna all'inizio della Pagina

mariangela
Utente Normale



Regione: Marche
Prov.: Ancona
Città: senigallia


74 Messaggi

Inserito il - 28/10/2007 : 20:22:37  Mostra Profilo Invia a mariangela un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Diciamo che non ci siamo proprio, Raniero. "Per far legittimare il vicesegretario Franceschini dall'Assemblea, Veltroni ha richiamto l'Articolo 2 comma 3 del Regolamento (L’Assemblea Costituente approva le ulteriori disposizioni dirette a disciplinare, anche nella fase transitoria, le modalità di funzionamento degli organi, ivi compresi i poteri sostitutivi e sussidiari, nonché i casi di revoca e di surroga.) forzandone l'interpretazione (funzionamento organi e poteri sostitutivi). E questa è stata la votazione: il neosegretario che legge, biascicando le parole, un dispositivo di nove punti (che i punti sono nove l'ho appreso oggi dalle colonne de L'Unità, evidentemente era più importante informare la stampa che i cosiddetti Costituenti) tanto velocemente che forse nemmeno i registratori sono stati in grado di svolgere adeguatamente il loro lavoro. La Finocchiaro che nella votazione, non prevista ed improvvisa, chiede ai favorevoli di "alzare la delega"; ma quale delega! I cartellini che avevamo al collo erano tutti uguali con l'unica differenza che nella parte in basso, sulla striscia arancione, era stampata la qualifica del possessore del cartellino: Costituente, invitato, ospite e stampa. Forse anche qualche giornalista ha alzato il suo cartellino!
Non credo che fosse questo il sistema che Veltroni intende quando dice che vota chi partecipa!
Quella non è stata una votazione.
E'stato un colpo di mano che con la democrazia non c'entra nulla" A. Digiuni, collehgio 22 Lombardia
E l'assemblea era proprio una Costituente. Non una "Convention" come dici tu. E' per questo che siamo stati eletti. Ed è per questo che abbiamo speso di tasca nostra tanti bei soldini per andare. Sulle regole di funzionamento si poteva discutere: il tempo ci sarebbe stato. In abbondanza. Si è preferito invece farlo passare con intermezzi inutili, facendo conto sulla prassi: dopo una certa ora la gente se ne deve andare. E gli amici degli amici posson fare come cavolo vogliono.
P.S. A proposito, sei contento di avere Ciriaco nella commissione? Perché votando Veltroni hai legittimato pure lui... Alla faccia del partito Democratico!
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 29/10/2007 : 01:11:35  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Trattandosi di una Assemblea Costituente, doveva e poteva senz'altro essere organizzata meglio, concordo. Ho non a caso usato il termine convention, perché in effetti mi è sembrato più un appuntamento simile a quelli che vediamo in TV dove viene acclamato il candidato alla presidenza USA.
Per quanto riguarda De Mita, la risposta è ovviamente no Spero solo che si riesca finalmente a mandare in pensione certe cariatidi della politica.

Rimando a questo articolo per una panoramica interessante su chi fa parte delle tre commissioni.
http://www.margheritaonline.it/stampa/scheda.php?id_stampa=30731
Torna all'inizio della Pagina

stefano p
Nuovo Utente


Regione: Marche
Prov.: Ancona
Città: ancona


35 Messaggi

Inserito il - 29/10/2007 : 17:07:55  Mostra Profilo Invia a stefano p un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti.
Mariangela ha indubbiamente ragione: il cambio di registro tra il discorso di apertura e la "votazione" del pomeriggio è una pagina che non fa onore al neo-segretario e va ampiamente (e costruttivamente) denunciata. E' normale e sano infuriarsi, perchè le nostre aspettative sono e devono rimanere alte; se davvero crediamo nello spirito innovatore di questo progetto non ci possiamo permettere alcuna distrazione e di fronte a questi più o meno voluti "inciampi" dobbiamo gridare forte il nostro dissenso. Allora, se è vero che nelle prossime settimane il lavoro delle Commissioni da una parte e le assemblee locali dall'altra potranno riportare la barra sulla giusta rotta, continuiamo a lottare, noi come sostenitori e voi come nostri rappresentanti...
Mi piacerebbe che ai prossimi appuntamenti si voti a ragion veduta, magari senza più legittimare chi in passato ha fatto la brutta politica che combattiamo.

Stefano P.
Torna all'inizio della Pagina

stefano p
Nuovo Utente


Regione: Marche
Prov.: Ancona
Città: ancona


35 Messaggi

Inserito il - 31/10/2007 : 21:58:11  Mostra Profilo Invia a stefano p un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Prima dell'Assemblea regionale, sarebbe opportuno che, collegio per collegio, i delegati al nazionale ed al regionale della LB riunissero i propri simpatizzanti, per informare meglio tutti, fare il punto e preparare i prossimi passaggi "istituzionali". Una simile iniziativa dovrebbe essere promossa dal segretario regionale, viste anche le polemiche sorte dopo il bel finale di sabato scorso, ma si sa, chi va con lo zoppo......

Stefano P.
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 03/11/2007 : 14:42:40  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sul tema "Legalità e sicurezza" che un gravissimo recente episodio di cronaca ha portato alla ribalta, segnalo questo interessante articolo

http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20071103&ediz=01_NAZIONALE&npag=6&file=INCHIESTAPICCOL_266.xml&type=STANDARD
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 4 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
PARLIAMONE © 2000-2002 Snitz Communications Go To Top Of Page
Snitz Forums 2000