PARLIAMONE
PARLIAMONE
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
 Tutti i Forum
 Parliamone
 forum
 cose interessanti
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 3

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 21/03/2008 : 20:58:35  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vorrei segnalare in questa discussione vari contenuti che ritengo interessanti e degni di approfondimento.
Su la Repubblica di oggi appaiono i risultati di una ricerca dal titolo "GLI ITALIANI AL VOTO: LE CLASSI SOCIALI E LE CATEGORIE SOCIO-ECONOMICHE" curata dalla società di ricerche Demos.

Alcuni dati su cui riflettere:
le intenzioni di voto per il PD+IdV Vs PdL+Lega Nord+Mpa sono
31,6 contro 46,5 tra gli operai;
51,2 contro 30,7 tra i dipendenti pubblici
37,6 contro 43,8 tra gli impiegati settore privato;
22,9 contro 57,9 tra i lavoratori autonomi e imprenditori;
28,8 contro 53,7 tra i liberi professionisti;
43,7 contro 38,2 tra gli studenti;
29,2 contro 52,5 tra le casalinghe;
45,7 contro 37,3 tra i pensionati.

La propria situazione economica è, raffrontando i dati maggio 2006/marzo 2008
- migliorata per il 13,7%; invariata per il 48 %; peggiorata per il 38,2% tra gli elettori del Pd+IdV;
- migliorata per il 14%; invariata per il 35,9%; peggiorata per il 50,1% tra gli elettori di PdL+ Lega + MpA.

Per i dettagli
http://www.demosonline.it/a00078.php

Credo siano dati su cui riflettere, soprattutto sull'insufficiente appeal del PD nei confronti di operai e casalinghe.
Ci sarà molto da lavorare su questo.


raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 26/03/2008 : 20:11:58  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dal blog di Beppe Grillo, segnalo questo post. Lo riporto integralmente perché merita e perché possa essere letto anche tra molti giorni, quando rintracciarlo tra i tanti presenti sarebbe difficile.

Un ex italiano, ora inglese, ha inviato la sua risposta a tal Di Girolamo, aspirante parlamentare del Pdl.

"Caro Di Girolamo,
stamane ho ricevuto il suo volantino nella posta di casa mia, in Inghilterra. Di solito ignoro la propaganda elettorale perche', immagino come altri milioni di ex-italiani, non ne posso piu' del vostro paese, pero' stavolta quello che ha scritto mi sprona a rispondere alla sua chiamata. Io ho gia' aiutato a sufficienza il suo partito, che poi non e' neanche un partito, in quanto non nasce da una costruzione ideologica o filosofica come i grandi partiti dell'800 e del '900, ma dagli interessi personali di un imprenditore miliardario che decise di scendere in campo per timore che una vittoria dei discendenti del partito comunista lo costringessero ad esiliarsi in qualche isola tropicale, anziche' continuare a fare i suoi interessi nel paese dove viveva.
Bene, caro Di Girolamo, sappia che chi le scrive quell'uomo l'ha gia' aiutato abbastanza. Lo feci nel 1994, quando fondai a Londra il primo Club Forza Italia, sprecando la mia faccia, la mia intelligenza, i miei soldi e il mio tempo, per un uomo che pensavo davvero intendesse promuovere il liberalismo nel vostro paese, e davvero intendesse stabilire un ordine meritocratico in un paese marcio per nepotismo, clientelismo e familismo (sia a destra che al centro che a sinistra).
Un paese unico al mondo che vanta due popolazioni: sessanta milioni di italiani dentro le Alpi che sopravvivono grazie alle raccomandazioni, e cento milioni di ex-italiani fuori dalle Alpi che, non sentendosela di far parte delle brigate rosse o di un clan mafioso, decisero ad un certo punto della loro vita di emigrare e, le piaccia o no, di diventare 'altri'.
Preciso che chi le scrive non e' in Inghilterra per fare lo spazzino o il lava-vetri. Io lavoro come psichiatra forense alle dirette dipendenze del ministero della Giustizia e della Sanita' britannici, guadagno piu' di centomila euro all'anno, pago il 40% di tasse fino all'ultimo penny, e sono soggetto, in virtu' del mio nuovo passaporto a tutti i doveri e i diritti dei sudditi della nostra carissima H.R. Queen Elisabeth II.
Che sicuramente avrà i suoi difetti anche lei, ma almeno e' una regina vera, e non una merda come i tanti pregiudicati, corrotti e mafiosi che popolano il vostro ridicolo Parlamento.
Giovanni Dalla-Valle, ex-italiano, e' un'INGLESE come tanti. Si sveglia alle 5.30, lavora 10 ore al giorno, fa i turni di guardia, torna a casa alle 19.00 dove trova il figlio Matteo, di cui e' padre singolo. Se fosse stato per l'Italia sarei ancora alle dipendenze economiche dei miei genitori, ultimo assistente in un ospedale del cesso (nonostante laureato a 25 anni a Padova con 107/110), solo per il fatto che mio padre e' un nessuno e non s'e' mai curato di leccare il culo agli altri.
Ed ora veniamo alle sue proposte elettorali.
Usufruire dell'assistenza sanitaria gratuita in Italia per piu' di tre mesi, come stabilisce la vostra legge?
Ma scusi, ma perchè io che che pago le tasse in questo paese, dovrei parassitare i servizi di un paese dove non pago le tasse? Persino tre mesi sono ingiusti. Qui la sanita' e' gratuita.
Non dovrei pagare le tasse per una seconda casa in Italia? Ma scusi, perche' mai uno che puo' permettersi una seconda casa nel vostro paese non dovrebbe pagare le tasse come fa per la prima casa in questo paese? Se ha sufficienti soldi per acquistare una seconda proprietà in Italia, perche' non dovrebbe contribuire alle normali tassazioni di quel paese?
Non pagare per il rinnovo del passaporto? Problema gia' risolto. Ho un passaporto inglese. E non comporta nessun bollo annuale e il rinnovo e' decennale.
Migliorare l'assistenza del consolato? Ma via, Di Gerolamo, non spari cagate! Qui tutti sanno che il consolato italiano e' una fogna per raccomandati e figli di o amici di. Il livello d'incompetenza e arroganza agli sportelli e' arci-noto. Sara' mica lei che lo cambia adesso, vero? Il governo del suo capo durò cinque anni. Lo sapete benissimo che questo e' il peggiore consolato del mondo. Perche' non li avete cacciati a pedate nel c..o allora? Perche', dannazione, sono AMICI degli AMICI vostri, ecco perche'.
"Perdiamo per strada le giovani generazioni". Sorry, Di Girolamo. Avete gia' perso anche quelle meno giovani (io ne faccio 45 quest'anno!). Rialzati Italia? Ma col c..., mi consenta, Di Girolamo! Quelli come me, e sono milioni, l'Italia la vogliono giu' per sempre!!!. Ce`l'avete messa nel c..o per una vita. Cosa volete adesso? Che vi votiamo ancora??? Ma per favore. Siate seri!" Giovanni Dalla-Valle
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 31/03/2008 : 15:48:29  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A proposito di programmi sibillini e demagogici, segnalo questo splendido articolo di Mario Pirani sull'argomento "Scuola".

Catastrofe scolastica e cecità politica

http://www.margheritaonline.it/stampa/scheda.php?id_stampa=32749

PIRANI FOR PRESIDENT!!!

P.S. Aggiungo questo articolo di Stella, sempre sullo stesso argomento

http://www.corriere.it/cronache/08_aprile_01/stella_dossier_scuola_6048cb5a-ffad-11dc-be96-00144f486ba6.shtml
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 05/04/2008 : 18:30:13  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
SI ALLE QUOTE VERDI!
Ho già avuto modo di esprimere in altra discussione di questo Forum il mio scetticismo sulle "Quote rosa", che non credo risolvano il problema della scarsa presenza femminile in politica.
In questo articolo, apparso sul sito di Repubblica, si da conto di un'interessante indagine sulla presenza di under35 tra gli amministratori locali. Cito

Nei consigli cittadini il 19% degli amministratori ha meno di 35 anni a fronte del 2,2% dei deputati, del 4,2% dei consiglieri regionali e del 7,2% dei consiglieri provinciali. Più in dettaglio, a livello territoriale, oltre il 71% dei giovani amministratori comunali sotto i 35 anni è concentrato nei piccoli comuni. Per quanto riguarda le cariche ricoperte, l'1,4% degli amministratori con meno di 35 anni è sindaco, il 2% vicesindaco, il 16% è assessore e l'80% è consigliere comunale. Inoltre la ricerca svolta su un campione di 2.600 individui (2.000 under 34 e 600 over 35), rispetto agli ultimi tre anni, certifica che circa il 50% dei giovani italiani mostra un aumento di interesse per la politica. Più del 90% dei giovani italiani ritiene infatti necessario partecipare alla vita politica del Paese, tanto che il 76% auspicherebbe delle "quote verdi", un numero minimo obbligatorio di giovani candidati nelle liste.


Ricordando che in una recente indagine elaborata da Demos all'affermazione: "andare a votare è una forma di azione adatta per cambiare positivamente la società", la fascia di età over 65 ha risposto si al 69,7%; la fascia tra 18 e 29 anni solo al 53,4%.
Da cui si capisce l'importanza dell'argomento.

http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/politica/verso-elezioni-17/comuni-palestra/comuni-palestra.html
Torna all'inizio della Pagina

steffy
Amministratore




79 Messaggi

Inserito il - 28/05/2008 : 14:09:50  Mostra Profilo Invia a steffy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo questo articolo che riporta un discorso di Sergio Marchionne al managament Fiat, in cui cita lo "spirito ubuntu".
http://www.margheritaonline.it/stampa/scheda.php?id_stampa=33592

Per chi non lo conosce, merita davvero una lettura.
A quanto pare, oltre ai manager che parlano di Napoleone che ha vinto a Waterloo (...), esistono anche i manager-filosofi.
E a giudicare dai risultati, sono anche i più bravi...
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 28/05/2008 : 21:53:58  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo questo bell'articolo sui danni del "Turbocapitalismo" che Tremonti ha scoperto tardi e male, a quanto pare...

http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=75821
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 01/06/2008 : 14:07:25  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
2 giugno, un italiano su tre non sa cos’è
L’identità nazionale conta solo per il 45% dei cittadini


Segnalo questa interessante indagine

http://www.corriere.it/cronache/08_giugno_01/mannheimer_un_terzo_degli_italiani_non_sa_la_festa_della_repubblica_71035d94-2fae-11dd-a286-00144f02aabc.shtml

Ve la immaginate la stessa cosa in Francia relativamente al 14 luglio?
Torna all'inizio della Pagina

mariangela
Utente Normale



Regione: Marche
Prov.: Ancona
Città: senigallia


74 Messaggi

Inserito il - 04/06/2008 : 09:47:14  Mostra Profilo Invia a mariangela un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Raniero. Grazie per le tue puntuali "rassegne stampa". E auguri alla nostra cara Stefania per il suo nuovo incarico!
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 05/06/2008 : 18:26:39  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La vittoria di Obama alle Primarie americane è senz'altro la notizia del giorno: oltre alle numerose analisi apparse sui giornali, vi segnalo questo articolo pubblicato da l'Unità tratto dalla raccolta di discorsi di Barack Obama «Yes, We Can, il nuovo sogno americano» Donzelli Editore.

http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=76023

Per chi conosce l'inglese potete ascoltare qui
http://www.americanrhetoric.com/speeches/convention2004/barackobama2004dnc.htm

il famoso discorso alla Convention di Boston che lo ha fatto conoscere al mondo

con relativa traduzione
http://presidente.provincia.fi.it/archivio.aspx?id=1152

e qui il discorso altrettanto famoso " A More Perfect Union"
http://link.brightcove.com/services/link/bcpid900718856/bclid900554575/bctid1472313547

Segnalo infine questo documento di presentazione della sua biografia, molto bello
http://www.rainews24.it/ran24/rubriche/incontri/video/obama_letture.wmv
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 11/06/2008 : 15:55:59  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo questo articolo
La vergogna dei poveri nel paese dei ricchi
http://www.ulivo.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=52695
Torna all'inizio della Pagina

raniero
Utente Medio


Città: ancona


221 Messaggi

Inserito il - 12/06/2008 : 13:16:46  Mostra Profilo Invia a raniero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Segnalo questi due articoli che trovo davvero emblematici sui rapporti tra politica e appalti

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200806articoli/33641girata.asp

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200806articoli/33662girata.asp
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
PARLIAMONE © 2000-2002 Snitz Communications Go To Top Of Page
Snitz Forums 2000